Articoli

Un gesto di solidarietà, un ponte tra Italia e Mozambico, con la generosa donazione che i genitori della classe IC Primaria hanno voluto destinare in favore della nostra missione in Africa. 

Uno spirito condiviso anche dai più piccoli: quest’anno, come di consueto, i bambini della scuola Primaria, sotto la guida dei loro insegnanti, hanno potuto portare avanti il progetto Mozambico grazie ai loro piccoli risparmi.  

Con questi, infatti, hanno contribuito a sostenere la manutenzione dei pozzi per garantire l’acqua potabile nei villaggi, nelle scuole, nel convento dove vivono le Suore e nei Lars, ovvero gli alloggi dove le ragazze adolescenti risiedono e studiano e nei quali possono imparare e svolgere molteplici attività. 
A voi tutti va il nostro più vivo e sincero ringraziamento!

Il progetto di arte “Gli elementi della terra”, ideato dall’artista María Ángeles Vila, in collaborazione con l’insegnante Jane Victoria O’connor ha preso come spunto la terra, l’aria, l’acqua e il fuoco per realizzare dei quaderni d’artista.

Ogni elemento è stato una fonte di scoperta fondamentale, un’occasione per osservare, sperimentare, toccare, sentire… ma anche per sviluppare la creatività e la fantasia.

Numerosi artisti classici, moderni e contemporanei hanno preso come spunto questo tema per realizzare le proprie creazioni. Noi invece abbiamo studiato Claude Monet, William Turner, Alexander Calder e Vincent Van Gogh e abbiamo interpretato i loro quadri riportandoli nel nostro quaderno.

Le parole di Gianni Rodari hanno ispirato le nostre illustrazioni e ci hanno insegnato a trovare dei messaggi nascosti tra le righe.

Abbiamo unito l’arte, la letteratura, le immagini, le riflessioni ed i pensieri per comporre, settimana dopo settimana, un diario, un libro speciale, ricco di contenuti, risultato di un viaggio di scoperta importante.

Vogliamo complimentarci con tutti i partecipanti per il loro impegno e per la loro fantasia, siete degli artisti meravigliosi!

VIDEO DEL PROGETTO

È nata la bacheca dell’arte! Uno spazio espositivo virtuale, dove sono raccolti alcuni dei lavori realizzati dai nostri studenti della scuola secondaria di secondo grado durante le lezioni con la Prof.ssa Carla Lanzi. 

Una colorata galleria, aggiornata nel corso dell’anno scolastico, che presto sarà disponibile anche sul sito del nostro Istituto.

Uno sguardo sognante sul mondo della creatività e dell’immaginazione, per un tour che prevede quattro percorsi ben distinti: “linee”, “acquarellando”, “ombra e luce”, “miniature”.

Per accedere al portale e visualizzare i disegni:

https://sites.google.com/marymount.it/arte

Raccolgo la #lattuga dall’orto e la porto a casa per la cena!

#bambini sperimentano il concetto di #ecosistema partecipando in maniera attiva e diretta alla crescita di #piante che poi raccolgono e gustano in compagnia.
L’attività di raccolta consente l’esercizio della motricità fine unitamente al senso di cura verso forme di vita diverse da quelle umane. Pensiero, linguaggio, movimento, relazione e affettività partecipano simultaneamente in un’unica esperienza, eppure mescolandosi in ciascuno di noi in modi, tempi e intensità diversi.

@lidiatavani
#educareinnatura#educazioneallaperto

Nonostante la situazione di emergenza sanitaria, a scuola continuiamo il nostro impegno per l’ambiente con il laboratorio orto e alimentazione.
Facciamo esperienza dell’ #orto per conoscere il ciclo vitale delle #piante in un’ottica di #ecosistema. Questo significa esplorare forme di vita diverse da quelle umane e costruire insieme forme di relazione fondate sul senso di cura.

Mettere il semino nella culletta, aspettare che cresca, seguirlo nella sua crescita preoccupandoci di offrire ogni cura indispensabile, raccogliere la pianta al momento giusto e infine gustarla tutti insieme! Che meraviglia!!

@lidiatavani
#educareinnatura#educazioneallaperto

E fù così che, pure gli alberi del nostro giardino ebbero la loro maschera. Gli alunni e le alunne della scuola secondaria sanno grazie al Knitting che si inizia per finire. E il Covid finirà. Nel frattempo noi facciamo finire i nostri gomitoli di lana per mascherare i nostri alberi secolari, per non farli sentire soli, per coinvolgerli in questo carnevale anticipato.

Ogni punto un verso, una Potenza, un verbo, una nota.
Ogni punto una spiegazione.
E sempre più saggi, e sempre più attenti e sempre, nonostante le distanze, sempre più uniti.

A seguito di un percorso di formazione intrapreso dalla maestra Paola, il Kindergarten e già alcune classi della primaria, hanno avuto la possibilità di sperimentare il mondo dei Six Bricks. Grazie ad attività brevi e super divertenti con un set LEGO® DUPLO® in sei colori i bambini hanno la possibilità di esercitare la memoria, i movimenti e la coordinazione, la creatività e tanto altro. 

Quando i bambini sono coinvolti in sfide “di gioco” sono chiamati a mettere in campo abilità di base senza neanche rendersene conto. 

Essi lavorano sul linguaggio (in italiano e in inglese) quando sono chiamati a descrivere i loro manufatti o a compiere azioni con i sei mattoncini ascoltando una storia. 

Allenano la loro capacità di problem solving dal momento che devono ricordare i passaggi assegnati nella sfida o rispondere alla stessa con soluzioni creative. 

Rispettano i compagni aspettando il loro turno di parola, imparano dai compagni stessi ed hanno cura dei materiali, ognuno riceve all’inizio della lezione i suoi 6 mattoncini che al termine vengono adeguatamente disinfettati. 

La cosa più bella di questo percorso è sapere che LEGO® abbia sviluppato questa idea per situazioni di disagio dove i bambini non hanno nulla, far riflettere i bambini su quanto ogni volta noi  riusciamo a fare usando solo 6 mattoncini ha un grande valore educativo.

Si occupa della diffusione di questo metodo Care for Education, un’organizzazione no profit partner di LEGO® Foundation che si trova in Africa. 

Roald Dahl diceva la vita è più divertente se si gioca, e se giocando impariamo e cresciamo ancor meglio! 

a cura a di MARÍA ÁNGELES VILA

Pier Luigi Lopalco, tra i più importanti epidemiologi italiani, Professore di Igiene all’Università di Pisa, responsabile del Coordinamento Regione Puglia per la emergenza Coronavirus, ha partecipato ad uno degli incontri streaming che, affiancando il regolare svolgimento della didattica online, implementano l’offerta formativa del nostro Istituto.

La conferenza via web con il Professor Lopalco – che ha espresso felicità nell’aver potuto incontrare virtualmente i nostri studenti, ritornando nuovamente, per qualche ora, alla sua attività di docenza – è stata l’occasione (per gli alunni della scuola secondaria di I e II grado e per i genitori di qualsiasi ordine) di conoscere più approfonditamente, attraverso una voce competente e autorevole, i molteplici aspetti legati all’emergenza Coronavirus.

Dalla definizione di “virus” al suo comportamento, dallo sviluppo dell’infezione ai sistemi di protezione, contenimento e monitoraggio fino alle analogie con le pandemie del passato in un costante confronto con l’attualità; un confronto ricco di spunti, nel quale i ragazzi coinvolti hanno avuto modo di porre quesiti, dubbi e domande.