Articoli

Oggi, 10 febbraio, è il Giorno del ricordo, istituito per conservare la memoria dei massacri delle foibe e dell’esodo istriano.  

La Giornata – finalizzata a rinnovare il ricordo della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre, nel secondo dopoguerra, di istriani, fiumani e dalmati e della più complessa vicenda del confine orientale – sarà celebrata questa mattina nell’Aula dei Gruppi parlamentari di Montecitorio, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Una data, quella scelta per le celebrazioni, simbolica, che rimanda allo stesso giorno del 1947 quando, a Parigi, vennero firmati gli accordi di pace, che posero idealmente fine alle violenze perpetrate dai partigiani titini ai danni dei nostri connazionali.

Per approfondire:

https://www.camera.it/leg18/1132?shadow_primapagina=11817