GEORGINA ENGLAND – VENERDÌ 11 MARZOCLASSE 2^ C PRIMARIA

Lo scorso venerdì 11 marzo sono ripresi gli incontri di Enrichment ospitando la Sig.ra Georgina England, la quale ha illustrato agli studenti di 2^C la Sua professione presso l’Ambasciata britannica a Roma.

L’incontro è stato caratterizzato, in particolare, dalla sovrapposizione di Italiano ed Inglese. La Sig.ra England si rivolgeva ai bambini con un mix linguistico così ben calibrato da immergere tutti in una vera e propria dimensione internazionale.

All’inizio vi è stata la reciproca presentazione ed ogni alunno è stato subito coinvolto in prima persona.

Con l’ausilio ed il coinvolgente stimolo dell’introduzione preparata dalla nostra ospite, i bambini sono stati subito invitati a porsi le domande fondamentali “cosa fa un diplomatico?” e “In quale paese lavora?”

Ms England ha spiegato loro che lei, essendo inglese, lavora per il governo della Gran Bretagna e che, di conseguenza, ogni diplomatico lavora per il proprio paese di origine.

La principale finalità del diplomatico è quella di cercare tutte le soluzioni possibili per migliorare le condizioni vita di tutti gli abitanti del mondo intero, soprattutto nelle situazioni e nei contesti più difficili. Alla ricerca della pace, soprattutto in un momento storico così difficile come quello che stiamo vivendo, tutti i diplomatici dei vari paesi si attivano per intessere relazioni con i vari Paesi direttamente o indirettamente coinvolti in situazioni di crisi.

Dopo questa prima fase di illustrazione del proprio lavoro, la relatrice ha anche proposto ai bambini un Country Quiz, per sottolineare come chiunque voglia intraprendere la carriera diplomatica debba innanzitutto avere una innata curiosità di conoscere nuovi Popoli e tanta voglia di viaggiare. Trascorrere lunghi periodi in altri Paesi, a contatto con culture diverse, è infatti il principale impegno che ogni diplomatico sa di dovere assumere.

Come in un gioco, attraverso slide con immagini di monumenti e cartine geografiche, i bambini sono stati chiamati ad individuare i più disparati Paesi del mondo.

Poi, la lezione si è intensificata, passando attraverso le differenze tra il governo inglese, dove c’è la monarchia, e la Repubblica italiana, accennando loro alcune delle istituzioni più rappresentative: la Regina o il Presidente della Repubblica, il Primo Ministro, … .

Dalle immagini proposte ai bambini si è data maggiore visibilità e risalto alle figure femminili, rappresentanti di vari governi nel mondo, volendo con ciò sottolineare l’importanza della parità di genere e, anzi, la particolare capacità delle donne nella gestione dei più delicati incarichi nelle strutture governative.

Altro richiamo molto significativo è stato quello all’Organizzazione delle Nazioni Unite, massimo organo mondiale in cui tutti i diplomatici sono impegnati al massimo to stop the war e, comunque, per garantire alla popolazione eventualmente coinvolta in un conflitto un trattamento rispettoso delle regole internazionali, oltre che le migliori chances possibili di sopravvivenza.

Anche in questo incontro di Enrichment gli studenti sono ben presto diventati parte attiva della discussione, calandosi, affascinati e pienamente coinvolti, nella professionalità loro presentata. E Ms England ha quindi colto l’occasione per comunicare che, a giugno, presso l’Ambasciata britannica sarà organizzato un imponente “Queen’s birthday party” in onore della regina Elisabetta, evento che quest’anno risulterà ancora più imponente e ricco dal momento che, oltre il suo compleanno, si festeggeranno i 70 anni di regno. Circostanza, quest’ultima, che ha molto incuriosito i bambini, incuriositi ed “invidiosi” del fatto che la Regina sia l’unica persona al mondo a festeggiare due volte il compleanno. Ma, archiviato subito tale momento di allegra condivisione, tutti loro si sono prontamente messi al lavoro in team per organizzare un evento davvero strepitoso. Ognuno, supportato da alcune immagini di riferimento, ha espresso la propria proposta di party, ciascuno dando liberamente sfogo al proprio talento ed all’immaginazione di cui solo i bambini sono capaci.

Al termine della sua presentazione, Ms England ha trasportato i bambini nel Regno Unito, donando ad ognuno una bandierina del suo Paese, un copricapo a forma di corona ed un kit scolastico in stile british.

Tutti i presenti hanno avuto ancora una volta modo di conoscere ed approfondire un settore professionale nuovo, coinvolti ed anche stupiti dall’entusiasmo e dalla partecipazione sempre attenta ed attiva di tutti i bambini. Loro rappresentano il nostro futuro e quanto più conosceranno oggi delle possibili scelte professionali tanto più saranno consapevoli delle carriere che decideranno di intraprendere e tanto meglio saranno in grado di affrontare e superare ogni ostacolo e difficoltà fino al raggiungimento dei loro traguardi.

Il compito della Scuola, e di noi adulti in genere, è proprio quello di aprirgli le porte ed indicargli le strade; il loro è quello di incuriosirsi, per adesso, e poi impegnarsi al massimo per rendere ogni cosa possibile, sempre al meglio e nel rispetto di tutti.

Marina Pace