Articoli

Partecipazione e curiosità per la giornata di open house nella sede del Liceo in via Livorno 91: già dalle prime ore del mattino, infatti, molte famiglie sono venute a visitare la nostra High School.

L’incontro con il corpo docente e lo staff è stato occasione per conoscere più da vicino la struttura e il piano formativo Marymount per l’istruzione secondaria di II grado.

Orario compattato, tradizione bilingue, percorso classico o scientifico con sedute modulari, attenzione costante per la tecnologia, proposte extracurricolari sono stati solo alcuni degli elementi approfonditi nella visita, durante la quale i genitori hanno potuto informarsi anche sui nuovi servizi per gli allievi recentemente inaugurati come, ad esempio, il Centro Sportivo Marymount e la possibilità, a partire dal prossimo 5 novembre, di usufruire di una mensa, ubicata nello stesso edificio.

Grande interesse è stato mostrato anche per l’ora di latino impartita in inglese ed insegnata come lingua viva, per l’apprendimento focalizzato su non più di tre materie al giorno e per l’opzione, facoltativa, di sostenere le certificazioni A Levels per l’ammissione presso università straniere.

Nel corso dell’open house, inoltre, genitori e ragazzi hanno potuto sperimentare di persona la realtà dei laboratori didattici in cui erano impegnati gli studenti attualmente iscritti al nostro Liceo.

In particolare nell’aula White si svolgeva il laboratorio “Un giorno in Agorà”, gestito dalla Prof. Eleonora Fortunato, nell’aula Orange si parlava di “Fake news… del passato” con le Prof. Mariangela Lanza e Viola Provenzani, nell’aula della 2B le Prof. Gabriella Ammannati e Daniella Bortot coadiuvavano un laboratorio dal titolo “Giochiamo con la matematica”, nelle palestre al piano terra il Prof. Mauro Moscetti guidava il laboratorio “Un po’ di movimento”, mentre nelle Aule della 2A e della 1A si svolgevano i laboratori “The apple and Mr. Newton” (a cura dei Prof. Eleonora Aquilini e Damion Wallace) e “Adivina la canción” della Professoressa Eva Rodriguez.

Una giornata intensa e ricca di emozioni, che si ripeterà con il prossimo appuntamento del 24 novembre!

Per ulteriori informazioni: http://marymount.it/highschool/

Un modello formativo all’avanguardia, che si esprime negli ambienti così come nei tempi di apprendimento: si terrà sabato 24 novembre, a partire dalle ore 9:30 alle 12:30, il prossimo open house della nostra High School.

Una valida occasione, questa, per tutti coloro che desiderino approfondire l’offerta didattica del nostro Liceo bilingue – Classico e Scientifico  e conoscerne da vicino le nuove attività, anche extracurricolari, come, ad esempio, quelle portate avanti dal Centro Sportivo Marymount.
Il primo passo per proseguire il cammino tra sapere e innovazione, nella scuola secondaria di II grado, inizia da qui: vi aspettiamo quindi numerosi per condividere insieme un momento d’incontro presso la sede di via Livorno 91.
Oggi, 20 novembre, ricorre il 25° anniversario della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ratificata nel mondo da oltre 190 Paesi e dall’Italia nel 1991.
I principi fondamentali in essa contenuti sono quattro: quello della non discriminazione, il superiore interesse – prioritario – dei bambini e delle bambine, il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo e l’ascolto delle opinioni del minore.
In particolare, negli articoli 28 e 29, viene riconosciuto il diritto all’educazione: gli Stati firmatari, infatti, si impegnano ad adottare misure per promuovere la regolarità della frequenza scolastica e la diminuzione del tasso di abbandono della scuola. Un cammino, sicuramente, ancora lungo, ma che la società ha il dovere di continuare a percorrere.
Ci sono appuntamenti che nella nostra Scuola sono, ormai, un’istituzione: la Leadership – che si svolge ogni anno presso uno degli istituti del Network RSHM – è sicuramente uno di questi.
Le caratteristiche di un leader, le sue qualità e il significato che questi rappresenta per la collettività sono, infatti, i principali focus del RSHM Student Leadership Retreat, che si è svolto a fine settembre a Londra, e dove i nostri studenti hanno potuto dibattere e confrontarsi con i colleghi degli altri Istituti.
Come sempre, il meeting è stato solo il culmine di un percorso già iniziato in classe, tra i banchi, percorso nel quale gli studenti sono stati accompagnati dalla Prof. Monica Terra, Principal della Scuola Secondaria di I Grado.
Per questa edizione hanno partecipato all’incontro tre rappresentanti della nostra High School di via Livorno 91: Tancredi Rocca Chiocci, Livia Scafone, Elena Pascarella. Sei, invece, gli allievi delle terze medie: Michela Pugliese, Tiziano Siniscalchi, Aurora Rizzi, Francesco Saverio Paone, Andreana Coacci e Lorenzo Veroni.
Felici dell’esperienza, nei prossimi mesi, avranno il compito di trasmettere ai compagni l’entusiasmo dei progetti (tra cui, ad esempio, ridurre il consumo eccessivo di plastica a scuola, iniziando dalle bottiglie a mensa) e delle idee, discusse durante queste intense giornate, con l’obiettivo di trasformarle, presto, in realtà.
Infine, durante la Leadership, gli studenti hanno avuto anche l’opportunità di visitare gli splendidi Royal Botanical Gardens.

Il gioco, lo start di un percorso insieme: il “play”, anche nell’accezione di verbo anticipato dal “to“, esprime in sé, in molte delle sue sfumature, una connotazione positiva, che ci racconta di giochi, di suoni e, nell’era digitale, di nuovi inizi.

Così, il prossimo 22 Novembre, in occasione dell’Open House di via Nomentana, l’Istituto Marymount è lieto di dare il via, unitamente alle famiglie che parteciperanno alla giornata, ad un cammino di crescita improntato su un progetto didattico dall’alto valore formativo: al centro, come sempre, gli studenti.

Il “play” di un’avventura ancora tutta da scrivere parte da qui!

Compila il modulo per partecipare, avere ulteriori informazioni e restare in contatto con la nostra Scuola.
PLAY!

Una tre giorni di dibattiti per comprendere l’agiografia e la sua tradizione testuale: questo è il tema attorno a cui si sviluppa il ciclo di conferenze che si terrà dal 24 al 26 ottobre presso la prestigiosa Università di Lisbona, Facoltà di Lettere, e al quale prenderà parte anche la Professoressa Mariangela Lanza, insegnante della scuola secondaria di I grado del nostro Istituto e della nostra High School in via Livorno.

In particolare il convegno – dal titolo “Understanding Hagiography and its Textual Tradition: the Late Antique and the Early Medieval Period (6th-11th centuries)” – intende proporre uno sguardo inedito e rinnovato sul processo di trasmissione e riscrittura dell’agiografia, nei suoi aspetti fondamentali legati alla vita spirituale, sociale e culturale nel periodo dell’Alto Medioevo.

L’intervento della Professoressa Lanza è previsto nella giornata del 26 ottobre, nella sessione dalle ore 11.00 alle 12.15, e sarà improntato sul focus: La Vita sancti Germani Parisiensis episcopi di Venanzio Fortunato, in una riscrittura del IX secolo.

Di seguito alleghiamo la locandina dell’evento e il link al quale è possibile consultare l’intero programma dei giorni di studio, argomenti trattati e relatori: http://uhttlisbon2018.letras.ulisboa.pt/

 

 

Il 24 ottobre in via Nomentana 355 e il 25 ottobre al Marymount High School in via Livorno 91

È con grande piacere che, anche quest’anno, 
rinnoviamo il nostro impegno a sostenere l’AIPD, Associazione Italiana Persone Down, che ha celebrato la Giornata Nazionale il 14 Ottobre 2018.
 
Il giorno Mercoledì 24 Ottobre 2018, nella sede di Via Nomentana 355, troverete, all’entrata e all’uscita di scuola, il personale della AIPD.
Il giorno venerdì 26 Ottobre 2018 il personale AIPD sarà invece presente, in mattinata per i ragazzi, nella sede dell’High School in via Livorno 91.
Il tema della campagna di quest’anno è “Non guardarmi solo a metà. Oltre la sindrome c’è una persona intera”. Un invito ad andare oltre le apparenze e i pregiudizi e promuovere l’incontro e la conoscenza.

Un anniversario importante quello dei 95 anni dell’Istituto Marymount di Parigi che, nei prossimi giorni, festeggerà questo significativo traguardo alla presenza di tutti i presidi delle scuole europee del Network RSHM.

In particolare, venerdì 12 Ottobre, presso il comune francese di Neuilly-sur-Seine, alle ore 10.00, verrà celebrata una messa nella Chiesa di Saint Pierre per un prezioso momento di raccoglimento da condividere insieme.

Marymount Roma esprime i suoi migliori auguri alla vicina Marymount International School – Paris che, dal 1923, educa cuori e menti nell’ambito di un imponente progetto formativo, condiviso da tutte le Scuole del nostro Network.

Sito istituzionale Marymount International School – Paris: https://www.marymount.fr/

Cade oggi, 5 ottobre, la Giornata mondiale degli insegnanti, il cui motto, per questa edizione 2018, è: “the right to education means the right to a qualified teacher”. La giornata si pone l’obiettivo di suscitare riflessioni sul ruolo dei professionisti della formazione e sulle sfide che affrontano quotidianamente.

La rilevanza che l’Onu riconosce agli insegnanti si desume, infatti, anche dall’Obiettivo 4 di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, “Istruzione di qualità”, nel quale vengono definiti “soggetti chiave” per l’attuazione dei traguardi sull’educazione.

Traguardi che, in classe, si ottengono anche con dedizione, vocazione ed amore, sincero, per l’apprendimento da trasmettere ai propri allievi: sarà un caso che, proprio in questa data, ricada anche la Giornata mondiale del sorriso? Insieme a quaderni e astucci, tra i banchi di scuola, non dovrebbe mai mancare!

“Divulgare il messaggio della nonviolenza, anche attraverso l’informazione e la consapevolezza pubblica”: questo è l’intento della Giornata internazionale della nonviolenza, promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 giugno 2007.

La Giornata è celebrata ogni 2 ottobre, data di nascita del Mahatma Gandhi, figura simbolo e tra le più rappresentative di questo messaggio, che sosteneva: «La nonviolenza è la più grande forza a disposizione del genere umano. È più potente della più potente arma di distruzione che il genere umano possa concepire».

La risoluzione, infatti, ribadisce “la rilevanza universale” di questo principio e “il desiderio di assicurare una cultura di pace, tolleranza, comprensione “.

La nonviolenza rifiuta l’uso dell’aggressione fisica o verbale al fine di raggiungere cambiamenti politici ed è stata adottata da diverse popolazioni nel mondo quale forma di resistenza a favore di campagne per la giustizia sociale. La prima Giornata internazionale della nonviolenza è stata celebrata nel 2007.