Durante l’Heritage Week, mentre il nostro Istituto ospitava il Festival of Performing Arts, in alcune scuole del Network RSHM, la grande famiglia Marymount dava vita ad altri tre, importanti eventi che hanno animato questa settimana così intensa.

In particolare, il Marymount International School di Londra ha organizzato il MUN (Model United Nations), vale a dire la più significativa simulazione, a livello globale, dei lavori delle Nazioni Unite, alla quale hanno preso parte 26 dei nostri allievi. Presso il Marymount International School di Parigi si è tenuto, invece, il Maker Faire, l’appuntamento per i piccoli e grandi innovatori del domani, al quale hanno partecipato 22 dei nostri studenti. Infine, nella sede del Marymount International School Rome, in via di Villa Lauchli, si è svolto lo Sports Festival, dove hanno gareggiato 20 studenti del nostro Istituto.

Un gruppo di ragazzi della nostra Scuola, poi, formato da alunni delle classi seconde e terze, ha anche raccontato, filmato e fotografato i due festival capitolini (quelli dedicati allo sport e alle performing arts).   

Nella capitale britannica, il MUN ha avuto inizio con una cerimonia di apertura che ha visto l’intervento di Mr Peter Sorenson, ex peacekeeper delle Nazioni Unite, che ha condiviso con i ragazzi la sua lunga carriera in questo settore. Durante queste giornate, infatti, le delegazioni di alunni provenienti dalle varie Scuole del Network hanno avuto l’opportunità di suddividersi in commissioni, apprendendo in modo operativo il lavoro e le procedure svolte, abitualmente, dagli enti internazionali.

Il MUN ha dunque rappresentato una grande opportunità di dibattito e confronto per conoscere concretamente l’iter e i meccanismi che regolano la democrazia, non rinunciando, tuttavia, ad attività ricreative (come, ad esempio, la Movie night) e di conoscenza del territorio. L’ultimo giorno, dopo la messa in cappella, si è tenuta la cerimonia conclusiva con Sr Veronica Brown.

A Parigi il Maker Faire ha costituito la finestra sulla tecnologia: giunti al Marymount International School di Parigi, i ragazzi si sono subito interrogati sugli obiettivi di sviluppo sostenibile e su come tecnologia e materie scientifiche possano fornire delle soluzioni a riguardo. 

Dopo una sessione di brainstorming, gli studenti hanno ipotizzato delle possibili risposte che sono poi divenute, in un secondo momento dal taglio più pratico, culminato con il Maker Faire Day, progetti prototipo per intervenire sul tema degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Anche in questo caso non sono mancate attività di socializzazione, così come del tempo libero per visitare il Tech Shop della capitale francese.

Lo Sports Festival, tenutosi presso il Marymount International School Rome, ha rappresentato l’evento in cui il vero protagonista è stato lo sport. Nei giorni della manifestazione, attraverso la pratica sportiva, si è posto l’accento su uno sviluppo equilibrato, del quale l’attività atletica, con i suoi valori, non può che fare parte, favorendo una crescita sana in termini sia fisici che psicologici. 

Tra le competizioni, maschili e femminili, che si sono disputate: tennis, basketball, nuoto, pallavolo, atletica e calcio. Le gare sono avvenute presso il Foro Italico, la società sportiva Stella Azzurra, il Marymount International School Rome, lo Stadio dei Marmi e CONI Piscine. Anche in questa circostanza ci sono stati diversi momenti di approfondimento – come il tour della città eterna – di svago, cenando insieme e dedicandosi ad attività ludiche, fino a giungere alla giornata conclusiva delle premiazioni.