Recita e Concerti di Natale, dicembre 2016.
Trailer…coming soon!

Il paradiso non è un luogo ma un nuovo modo di vivere la vita… e tu l hai sempre saputo!

3 marzo 2000 – 8 gennaio 2017

 

DSC01848-2_3 primi giorni di scuola 029 primi giorni di scuola 083IMG.3954

 

 

 

 

 

[layerslider id=”21″]

A.I.P.D. Sezione di Roma ONLUS

Via Fulcieri Paulucci De’ Calboli, 54 -00195 Roma

Tel e Fax 06/89016450-51-53

info@aipd-roma.it www.aipd-roma.it

c/c postale n. 85919009

IBAN su Banca Prossima IT59Z0335901600100000002359

 

SOSTIENICI DONANDO IL 5 X  MILLE!

Nella prossima dichiarazione dei redditi nel riquadro predisposto per il “sostegno delle organizzazioni di utilità Sociale” (ONLUS)

scrivi il NOSTRO CODICE FISCALE 96192060588

Guarda il pdf

Il FabLab (dall’inglese fabrication laboratory) è una piccola officina che offre servizi di fabbricazione digitale.

Il progetto FabLab nasce circa dieci anni fa all’MIT di Boston e il nome mette insieme fabbricazione e laboratorio. I FabLab sono oggi centinaia e la diffusione crescente delle stampanti 3D e di schede di prototipazione elettronica, come Arduino, contribuisce notevolmente alla loro affermazione.

Nel nostro Istituto, grazie al FabLab che si avvale di laser, stampanti 3D e plotter, gli alunni avranno a disposizione tutte le tecniche di fabbricazione digitale all’interno di una scuola. Saranno proprio loro a creare oggetti con i quali potranno poi giocare e raccontare le loro storie.

Il nostro FabLab svolgerà una funzione di ricerca, di didattica e di formazione ed è frutto di uno studio universitario completamente ideato presso MIT di Boston. Il contatto con il digitale dei ragazzi di oggi è limitato all’uso dei cellulari o console, ma ben pochi sanno utilizzare il computer davvero e la maggior parte di loro trova difficoltà ad eseguire operazioni semplici come accedere alla wi-fi o crearsi un account per un software nel cloud come scratch o tinkercad. Con il FabLab vogliamo formare i ragazzi ad un uso più consapevole del digitale e trasformarli da fruitori passivi a creatori attivi, utilizzando queste macchine come uno strumento didattico per tutte le materie. La forza del FabLab è la interdisciplinarietà che insegna ai ragazzi ad esprimersi attraverso le tecnologie digitali in un modo infinitamente creativo, lavorando in gruppo e condividendo le loro idee. Gli alunni impareranno a lavorare in team affinché ognuno aiuti l’altro nelle cose che sa fare meglio, superando il concetto della competizione a vantaggio del risultato di qualità e complessità superiore.

Siamo lieti di comunicarvi che giovedì 6 ottobre 2016 alle ore 10.00 in palestra si terrà un incontro per tutti gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado sul tema della Shoah. L’incontro sarà tenuto da Alberto Mieli, sopravvissuto, che racconterà ai ragazzi la sua esperienza.
Alla fine dell’incontro verrà piantato, in suo onore, un ulivo delle colline di Gerusalemme donato dall’associazione KKL ITALIA ONLUS.
locandina-Mieli1000

Cari Genitori,
di seguito troverete le proposte per le attività pomeridiane extra scolastiche per l’a.s.  2016/2017… Clicca qui

Yearbook 2015-2016 is OUT NOW!2016-06-01 16.10.41

Durante la lezione di cinese abbiamo utilizzato l’App Quiver per “costruire” la bandiera cinese in realtà aumentata. L’attività è stata accolta con estremo entusiasmo dai bambini per lo stupore che ha generato. La realtà aumentata è una delle “buone pratiche” che sempre più entra a far parte della scuola italiana perché permette di costruire contenuti virtuali associati a un periodo storico, un’opera architettonica, uno spazio fisico o qualsiasi altra cosa la fantasia consenta. Nel caso di Quiver è necessario scaricare delle schede dal sito relativo www.quivervision.com dove sono suddivide per argomento. Il bambino non deve far altro che colorare per bene la scheda, inquadrarla con il suo device dove avrà precedentemente scaricato l’App Quiver https://appsto.re/it/58aYM.i e godersi lo spettacolo!

 

IMG_1560 IMG_1559 IMG_1568 IMG_1579

Dal 31 maggio al 5 giugno in tutta Europa vengono promosse attività educative in sintonia con il movimento Maker per la ricerca di soluzioni e pratiche innovative. Il movimento Maker ha come motto principale proprio quello del “puoi farlo da solo” e “puoi farlo con altri modi” per spingere l’utente ala ricerca di nuovi materiali, nuove funzioni, idee innovative in grado di migliorare la vita. Negli ultimi anni il movimento Maker ha avuto una crescita esponenziale in tutta Europa e dal momento che i nostri alunni quasi certamente svolgeranno lavori che ancora non esistono, che saranno loro stessi ad inventare, il mondo Maker è un mondo di cui loro saranno protagonisti. In occasione dell’evento Europeo i bambini del Kindergarten racconteranno storie cinesi dell’autrice Lisa Bresner come piccoli cantastorie maker: i personaggi saranno robot che comanderanno attraverso il codice a blocchi, gli elementi della storia saranno stampati in 3D, all’interno del racconto useranno un certo numero di parole cinesi.
Un modo innovativo e coinvolgente per raccontare un piccolo spicchio della Cina che tanto ci affascina.

Il link dell’evento: http://events.europeanmakerweek.eu/events/view/242
Il link del sito: www.europeanmakerweek.eu
Link Wikipedia: https://fr.wikipedia.org/wiki/Lisa_Bresner

EMW