“LABORATORIO ORTO E ALIMENTAZIONE”
– LATTUGA –
Pranzo di venerdì 10 febbraio 2017
Ecco il primo pranzo con le verdure che abbiamo coltivato nell’orto della scuola! Nonostante il freddo intenso del mese scorso le nostre piantine sono riuscite a resistere e noi siamo stati pronti per raccoglierle! Con molta attenzione e con abile manualità abbiamo esercitato la tecnica della “raccolta”, evitando di “strappare” e rovinare la pianta. Movimenti attenti, precisi e consapevoli: ecco come l’orto diventa un contesto pedagogico per apprendere non solo la varietà delle piante e le tecniche di coltivazione, ma soprattutto per fare esperienza di forme di relazione con lo spazio che abitiamo. Uno spazio che condividiamo con tante altre forme di vita, diverse da noi, e delle quali ogni giorno scopriamo l’importanza all’interno di una logica di ecosistema.
20170209_104113 20170209_104220 20170209_104328 20170209_104508 20170209_110521 20170209_110547 20170209_111004-1 20170209_111100-1 20170209_111155 20170209_111250 20170209_111910 20170210_091939 20170210_092059 20170210_092222 20170210_092657 20170210_092845 20170210_092913 20170210_094619 20170210_095003 20170210_095141 20170210_095437 20170210_095657 20170210_120426 20170210_120432 20170210_120615 20170210_120705 20170210_120840 20170210_121000 20170210_121250 20170210_121749 IMG_6130 IMG_6132

E’ terminata la raccolta di Solidarietà tra le classi della Scuola Secondaria di primo grado. In totale sono stati donati 929 pezzi, tra olio d’oliva e carne in scatola. Ringraziamo di cuore tutti i genitori e gli alunni per la generosa donazione!!!
Scarica il documento:Raccolta alimentare per L’Emporio della solidarietà

In questo mese sia le tre classi di prima che quelle di seconda Primaria hanno svolto alcune lezioni in tema STEM (Science Technology Engineering Math) con l’obiettivo di soddisfare la sfida, la Challenge appunto, che veniva proposta. Nello specifico i bambini di seconda hanno lavorato sulla “Strawbees Challenge” ovvero costruire una torre in 20 minuti con 20 cannucce e un rotolino di scotch a disposizione. I bambini di prima invece si sono divertiti con la “Marshmallow Challenge” ovvero costruire la torre più alta con 20 spaghetti, 1 metro di scotch, 1 metro di filo e 1 Marshmallow!
La bellezza di queste attività è quella di far emergere la creatività dei bambini e lavorare sulla collaborazione, sul dialogo, sul pensiero divergente perché vi assicuro che soddisfare una richiesta come quelle descritte in breve tempo, ed accordarsi subito  sul progetto da eseguire con i compagni è davvero una bella sfida!
Noi maestre siamo rimaste stupite dalla bravura dei bambini,  dalla loro perspicacia! In seconda lavorando per intuizione sono stati bambini stessi a decidere che per una base solida avevano bisogno di almeno tre cannucce ad esempio e c’è stata una squadra che ha costruito una struttura degna del ponte di Brooklyn per quanto era bella!
Alcune torri erano così alte che è stato necessario salire sui banchi per tenerle e pensate che senso di liberazione per un alunno.

La creatività è fondamentale nella scuola di oggi perché il lavoro che faranno i nostri alunni tra 20, 30 anni, oggi ancora non è stato inventato. Ci auguriamo che sollecitare la loro creatività con queste attività li aiuti un domani ad inventare e costruire il proprio futuro lavorativo ne migliore dei modi.

IMG_1837 IMG_1490 IMG_1480 IMG_1489 IMG_1475 IMG_1457 IMG_1436 IMG_1518 IMG_1519 IMG_1520 IMG_1729 IMG_1841 IMG_1742 IMG_1756 IMG_1774 IMG_1806 IMG_1829 IMG_1513 IMG_1803

DALLE CONOSCENZE ALLE COMPETENZE…

STA ARRIVANDO NELLE VOSTRE CASE IL MERAVIGLIOSO GIOCO DA TAVOLO CHE HANNO IDEATO E COSTRUITO I BAMBINI DEL KINDERGARTEN!
OGNUNO HA COSTRUITO IL PROPRIO IN MANIERA INDIVIDUALE, RIFLETTENDO SULLE CONOSCENZE CHE SONO STATE SCOPERTE DURANTE IL LABORATORIO DI SCIENZE. IN QUESTO GIOCO I BAMBINI HANNO AVUTO LA POSSIBILITÀ DI SFRUTTARE LE LORO CONOSCENZE, COMBINANDOLE IN MANIERA CREATIVA ALLO SCOPO DI ELEBORARE SIGNIFICATI E USI COMPLETAMENTE NUOVI. NON SOLO SONO STATE RAFFORZATE ALCUNE TRA LE CONOSCENZE BASILARI PER L’AVVIAMENTO ALLA CLASSE PRIMA PRIMARIA (LA SPAZIALITÀ, LA DIREZIONALITÀ, LA SEQUENZIALITÀ, IL CONCETTO DI QUANTITÀ, LA SCRITTURA…), MA QUESTE SONO STATE REINVENTATE ATTRAVERSO LE CONOSCENZE ACQUISITE MEDIANTE GLI ESPERIMENTI SULLE PROPRIETÀ DEI MATERIALI NELL’ACQUA. IL GIOCO È STATO COSTRUITO NEI MINIMI DETTAGLI, FIN ANCHE LE PEDINE! UTILIZZANDO LA CRETA, UN ALTRO MATERIALE DALLE PROPRIETÀ INCREDIBILI A CONTATTO CON L’ACQUA, I BAMBINI HANNO COSTRUITO LE PEDINE E QUALCUNO ADDIRITTURA ANCHE I DADI! E ALLORA PREPARATEVI…IT’S COMING SOON! BUON DIVERTIMENTO!!!

CostanzaMartedì 14 febbraio alle ore 17.30 nella Cappella del nostro Istituto si terrà la messa in memoria della nostra cara ex alunna Costanza Carlucci. Siamo certi che quelli di voi che hanno avuto il piacere e l’onore di conoscerla e che pregato per lei saranno felici di partecipare e di stringersi con noi in un abbraccio alla famiglia.


No, David! – 大卫,不可以 

La mia passione per la lettura mi ha portato ad acquistare diversi libri in lingua cinese per bambini, per coinvolgerli ancor di più nella lingua. Uno di questi li ha divertiti tantissimo ed hanno imparato facilmente i vocaboli presentati. il libro in questione è 大卫,不可以!ovvero la traduzione in cinese di “No, David!” di David Shannon. Dato l’entusiasmo dei bambini collaborando con la maestra Isabel del KB abbiamo realizzato un mini video bilingue cinese-inglese di questo albo illustrato. Per farlo abbiamo utilizzato l’App Green Screen by Do Ink (goo.gl/VpZSsy), abbiamo usato un iPhone per le riprese e il fondale è stato fatto con dei cartoncini verdi, questo significa che mescolando materiali tradizionali, strumenti di ogni giorno come il cellulare, nuove tecnologie come le applicazioni, si possono realizzare prodotti ben fatti che coinvolgono i bambini in lavori importanti come questo. Ci aspettano nuove letture e nuove avventure tecnologiche, intanto godetevi questo spettacolare video!

Maestra Paola

Recita e Concerti di Natale, dicembre 2016.
Trailer…coming soon!

Il paradiso non è un luogo ma un nuovo modo di vivere la vita… e tu l hai sempre saputo!

3 marzo 2000 – 8 gennaio 2017

 

DSC01848-2_3 primi giorni di scuola 029 primi giorni di scuola 083IMG.3954

 

 

 

 

 

[layerslider id=”21″]

A.I.P.D. Sezione di Roma ONLUS

Via Fulcieri Paulucci De’ Calboli, 54 -00195 Roma

Tel e Fax 06/89016450-51-53

info@aipd-roma.it www.aipd-roma.it

c/c postale n. 85919009

IBAN su Banca Prossima IT59Z0335901600100000002359

 

SOSTIENICI DONANDO IL 5 X  MILLE!

Nella prossima dichiarazione dei redditi nel riquadro predisposto per il “sostegno delle organizzazioni di utilità Sociale” (ONLUS)

scrivi il NOSTRO CODICE FISCALE 96192060588

Guarda il pdf

Il FabLab (dall’inglese fabrication laboratory) è una piccola officina che offre servizi di fabbricazione digitale.

Il progetto FabLab nasce circa dieci anni fa all’MIT di Boston e il nome mette insieme fabbricazione e laboratorio. I FabLab sono oggi centinaia e la diffusione crescente delle stampanti 3D e di schede di prototipazione elettronica, come Arduino, contribuisce notevolmente alla loro affermazione.

Nel nostro Istituto, grazie al FabLab che si avvale di laser, stampanti 3D e plotter, gli alunni avranno a disposizione tutte le tecniche di fabbricazione digitale all’interno di una scuola. Saranno proprio loro a creare oggetti con i quali potranno poi giocare e raccontare le loro storie.

Il nostro FabLab svolgerà una funzione di ricerca, di didattica e di formazione ed è frutto di uno studio universitario completamente ideato presso MIT di Boston. Il contatto con il digitale dei ragazzi di oggi è limitato all’uso dei cellulari o console, ma ben pochi sanno utilizzare il computer davvero e la maggior parte di loro trova difficoltà ad eseguire operazioni semplici come accedere alla wi-fi o crearsi un account per un software nel cloud come scratch o tinkercad. Con il FabLab vogliamo formare i ragazzi ad un uso più consapevole del digitale e trasformarli da fruitori passivi a creatori attivi, utilizzando queste macchine come uno strumento didattico per tutte le materie. La forza del FabLab è la interdisciplinarietà che insegna ai ragazzi ad esprimersi attraverso le tecnologie digitali in un modo infinitamente creativo, lavorando in gruppo e condividendo le loro idee. Gli alunni impareranno a lavorare in team affinché ognuno aiuti l’altro nelle cose che sa fare meglio, superando il concetto della competizione a vantaggio del risultato di qualità e complessità superiore.