Costruire un quadro di civiltà

– Il progetto nasce dal bisogno di sapere chi siamo, dove, quando e come viviamo….con l’obiettivo di poter dare ai nostri bambini gli strumenti necessari per costruire e riconoscere un QUADRO DI CIVILTÀ !
Da qui la necessità di guidare la classe nella realizzazione del loro QUADRO DI CIVILTÀ, analizzandolo gradualmente, attraverso un lavoro operativo e partendo dalla loro vita: dal tempo in cui vivono e nel luogo dove succedono i fatti.
Così siamo usciti da scuola, abbiamo fatto un giro nel nostro quartiere provando a realizzare una mappa mentale percorrendo le strade adiacenti al nostro istituto, mappa che poi abbiamo messo in relazione con una vera carta topologica del quartiere comprendendone così ogni aspetto convenzionale.
Nel nostro giro i bambini si sono imbattuti in tutti quei servizi che soddisfano i bisogni dell’uomo che vive in questa parte di mondo, in questo preciso momento storico, delineandone, in qualche modo, attitudini, abitudini, peculiarità, necessità, cambiamenti e ideali.
Abbiamo sentito il bisogno di classificare questi che abbiamo chiamato “indicatori di civiltà”, con una mappa prima, con la costruzione di un cartellone poi. A coppie i bambini si sono occupati di un indicatore cercandone informazioni, immagini e curiosità da poter condividere nel piccolo e nel grande gruppo condividendo così le scoperte fatte!
Da questo scambio sono nati veri e propri processi di metacognizione e straordinarie capacità di senso critico fino all’elaborazione di un testo documentativo che ci ha fornito lo spunto per poter autovalutarci individuando punti critici e punti di forza del nostro progetto: La civiltà occidentale del XXI secolo.